“Una fantastica opportunità”

A quasi un anno dalla loro vittoria, abbiamo chiesto all’Alex Hitchcock Quintet – band londinese composta da Alex Hitchcock (sax tenore), James Copus (tromba), Will Barry (tastiera), Joe Downard (basso) e Jay Davis (batteria) – di parlarci della loro esperienza a Umbria Jazz, delle loro emozioni e dei consigli che darebbero a chi decide di iscriversi al Contest.

Per prima cosa parliamo di voi: quando avete cominciato a suonare insieme? Cosa vi ha portato a iscrivervi al Contest?

“Abbiamo iniziato a studiare insieme durante i nostri studi alla Royal Academy of Music di Londra. Abbiamo deciso di iscriversi al Contest dopo averlo trovato online e aver visto che c’erano già tantissime band – parecchie molto brave – che avevano deciso di partecipare”.

Come è stato competere con altri ragazzi che condividono la vostra stessa passione?

"Generalmente non pensiamo alla musica come a una competizione, ma è stata un’opportunità fantastica per i dieci finalisti confrontarsi con altre band, soprattutto perché il livello era davvero alto. Vincere è stato emozionante e lusinghiero."

Come valutate la vostra esperienza a Umbria Jazz?

"Ci siamo divertiti molto sia nell’edizione estiva che in quella invernale. Piazza IV Novembre è uno dei posti più belli dove abbiamo mai suonato, mentre il pubblico di Palazzo del Popolo a Orvieto si è mostrato davvero caloroso e attento. E poi abbiamo avuto l’occasione di vedere dal vivo artisti come Vijay Iyer e Andrea Pozza. Abbiamo persino suonato con Dayna Stephens!”

Cosa è accaduto dopo la vittoria?

“Siamo stati davvero fortunati a ricevere il premio economico di 5.000 euro, perché ci ha permesso di produrre il nostro album di debutto, ‘All Good Things’, che è uscito a maggio con l’etichetta spagnola Fresh Sound New Talent. La vittoria è stata una grande spinta per la band e speriamo di tornare in Italia per esibirci di nuovo!”

Consigliereste ad altre band di partecipare?

“Consiglieremmo sicuramente ai giovani musicisti di iscriversi perché è una fantastica opportunità per suonare in un festival davvero importante e iniziare a far conoscere il proprio nome in Europa”.

Share the News